Artuner a Torino

Domani Artissima si inaugurerà ufficialmente, permettendo ai collezionisti, alla stampa e ai fortunati detentori di un invito, di visionare in anteprima l’esposizione internazionale.

La bellezza di eventi di questa portata è l’insieme di eventi collaterali che li accompagnano e voglio dedicare la mia attenzione particolare a uno di questi, ovvero la mostra Bunkering in Paradise/ The Rest of Us Just Live In It, curata da Eugenio Re Rebaudengo per Artuner, innovativa (e davvero splendida) piattaforma londinese online, dedicata all’arte contemporanea e alla sua diffusione, che deve la sua esistenza grazie alla brillante idea imprenditoriale dello stesso Re Rebaudengo.

La mostra che sarà inaugurata domani, 6 Novembre alle ore 19 presso Toolbox (Via Egeo 16) a Torino e che rimarrà aperta fino al 12 Novembre, è la terza di un programma di mostre realizzate in spazi pop-up che avranno luogo nei prossimi mesi  in diverse parti di Europa in relazione a importanti eventi del mondo dell’arte.

Bunkering in Paradise/ The Rest of Us Just Live In It esporrà i lavori di tre affermati artisti, Adriano CostaMax RufSebastian Lloyd Rees, che cercheranno di creare un dialogo intorno al tema difficile ed affascinante suggerito dal titolo: “rifornirsi” in Paradiso.
Il verbo to bunker suggerisce proprio il processo di rifornimento delle navi al porto, il momento cruciale che permetterà loro di lasciare la terraferma e di partire per il loro compito in mare.
Rifornirsi in Paradiso può quindi essere inteso come il momento in cui si decide cosa portare via da esso, quasi come se fosse la terraferma da cui partiamo per avventurarci per il nostro viaggio?
Ma perché lasciare il Paradiso, dopotutto?

A questi interrogativi e a queste sfide che la curatela di Re Rebaudengo ci lancia, cercheranno di rispondere e dare una loro personale interpretazione i tre artisti attraverso le loro poetiche e tecniche molto diverse tra loro.

Il tema del viaggio, della partenza, del processo in divenire è ben chiaro nelle tele e nelle registrazioni di Max Ruf: esemplificato nella sua azione di premere i dipinti l’uno contro l’altro quando il colore è ancora fresco (spesso eseguita nel retro del furgone di Ruf durante i suoi viaggi in campagna), l’artista vuole descrivere le condizioni di transizione e creazione del lavoro. L’immagine è costruita attraverso il passaggio da fase di produzione, la partenza, a fase di consumazione, l’arrivo.
Sebastian Lloyd Rees esplora i dimenticati spazi urbani dai quali preleva gli oggetti che poi ripresenta come opere d’arte. I luoghi della dimenticanza, del “gettato via”, diventano per lui fonte di vita, di riutilizzo, di affermazione di utilità di ciò che qualcun altro aveva scartato. Come opere d’arte, questi oggetti aprono una riflessione sull’aspetto sociale, politico e culturale legato alla loro produzione e alla loro consumazione.
Adriano Costa, il cui lavoro è sempre stato orientato all’enfatizzare la poetica e la narrativa insite nell’oggetto, sarà protagonista della performance POPCORNPINGPONGPAINTINGS che si terrà proprio durante l’opening di domani sera. La performance testimonia la grande sensibilità di Costa e la sua magistrale capacità di creare pathos, dramma, teatralità, utilizzando le persone come mezzo, termine medio nel gioco che si crea tra poesia e oggetti.

Bunkering in Paradise/ The Rest of Us Just Live In It si preannuncia un evento davvero imperdibile in questa settimana dell’arte torinese, non solo per lo spettacolo artistico che proporrà, ma anche perché Artuner è un mirabile esempio di come passione, conoscenza e voglia di creare un network che possa avvicinare tutti all’arte contemporanea, siano le carte vincenti per progetti di respiro interazionale.

Ho deciso, pertanto,di scrivere un articolo tutto italiano, a differenza dei precedenti, proprio per sottolineare la bellezza del dialogo che si crea con questa mostra, e con Artuner stesso, tra il mio Paese e il Regno Unito, che sento ormai luogo d’adozione.

In attesa della sua inaugurazione, vi lascio con tutti i contatti utili:

Bunkering In Paradise/ The Rest of Us Just Live in It;
Adriano Costa, Max Ruf & Sebastian Lloyd Rees
7 – 12 Novembre, lun-dom 11.00 – 19.00
Opening e Performance: Giovedì 6 Novembre, 19:30 – 21:30

http://www.artuner.com
@theartuner
http://www.facebook.com/theartuner

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...